CONFERENZA 1-2 APRILE: PROGRAMMAZIONE DEL CORPO FISICO E TECNOLOGIA DEGLI EMBLEMI

Emblemi

In questa settima lezione della Classe Psicogonia 301 introduciamo un’antica tecnologia, generata e sviluppata per consentire all’individuo, attraverso il corpo fisico, di soddisfare bisogni e compiere imprese in un ambiente privo di strumenti tecnologici avanzati, con un livello di efficienza e efficacia ad oggi ineguagliati.

Ai primordi della civiltà, le condizioni di vita erano estreme, e portavano i popoli ad essere in balia delle circostanze dettate da madre natura: carestie, condizioni meteorologiche e stagionali, predatori, barriere ambientali invalicabili, solo per menzionarne alcune; per non parlare della sofferenza fisica costante, per infiammazioni che diventavano croniche, emicranie, dolori ai denti e alle articolazioni, e così via.
A quel tempo, esistevano individui che, anche se con una denominazione diversa, potevano essere assimilati agli scienziati odierni. Da un gruppo di questi individui fu generata e sviluppata una scienza e relativa tecnologia, per aiutare le comunità a far fronte alle esigenze e ai bisogni del momento, per sopravvivere alle condizioni estreme del pianeta.
Profondi conoscitori del sistema di programmazione delle forme di questa dimensione, Essi riuscirono a codificare, all’interno di strutture geometriche semplificate e di vibrazioni sonore prodotte dalla voce umana, complessi programmi che potevano essere attivati dall’emozione scaturita da un bisogno, o da un desiderio del momento, e dall’intento mentale che ne definiva il ciclo di vita e il funzionamento.

In italiano li chiameremo “Emblemi”, anche se nella lingua originale avevano denominazioni diverse, a seconda che fossero impressi sul proprio corpo, su quello altrui o in uno spazio delimitato.
Gli emblemi svolgevano funzioni semplici all’inizio: sentirsi sazi con una briciola di cibo, vedere nel buio, essere invisibili ai sensi, essere più leggeri o più pesanti, nascondere, comunicare a distanza, accorciare le distanze, non provare dolore, addirittura eguagliare le caratteristiche e forza dei predatori, e così via.
Gli Emblemi potevano essere studiati e usati da chiunque, a condizione di avere un bisogno reale.

Quando il velo del sonno calò, anche a causa della perversione della scienza che creò gli Emblemi, la tecnologia per crearli si disattivò e andò perduta, e tuttavia ciò che aveva creato fino ad allora rimase in stato di sonno, fino al tempo odierno in cui è tornata attiva.
In questa sessione, introdurremo gli Emblemi abbinati al codice dinamico del corpo fisico, e cominceremo un percorso di studio e sperimentazione concreta.

La conferenza avrà luogo a Milano l’ 1 Aprile dalle ore 14 fino alle ore 22 e il 2 Aprile dalle ore 10 fino alle ore 18

Al momento dell’iscrizione verranno date ulteriori informazioni anche per chi necessitasse di un posto per dormire.

Nessun prerequisito all’iscrizione e alla partecipazione che è aperta a tutti previa accettazione del candidato da parte di Fabio Ghioni.

È importante e necessario prenotare e confermare la propria presenza, poiché ogni classe è a NUMERO CHIUSO.

Per informazioni scrivere via mail:

progetto.enoc@gmail.com

oppure telefonate al

+39 345 0895807

oppure compilare il seguente modulo:

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Specificare l'Evento/i o i Materiali Didattici per i quali si richiedono informazioni (richiesto)

Il tuo messaggio

Sommario
Titolo
CONFERENZA 1-2 APRILE: PROGRAMMAZIONE DEL CORPO FISICO E TECNOLOGIA DEGLI EMBLEMI
Descrizione
Gli Emblemi potevano essere studiati e usati da chiunque, a condizione di avere un bisogno reale. Cominceremo un percorso di sperimentazione concreta.
Autore

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *